rubvechhio

LA NOSTRA STORIA

Simbolo dell’eccellenza enologica umbra, Lungarotti ha scritto la storia del vino in Italia e nel mondo. Una storia di successi, che prosegue di generazione in generazione, fondata sulla viticoltura di qualità, ma anche sulla capacità di costruire intorno al vino un circuito virtuoso incentrato su ospitalità d’eccezione, valorizzazione del patrimonio storico e culturale ed esperienze autentiche a contatto con la natura. Un universo di valori che costituiscono la Lungarotti Experience.

rubi

LUNGAROTTI TIMELINE

Le Origini

Già nel ‘700 la famiglia Lungarotti, produceva vino e olio nella Media Valle del Tevere.
Leggi

1949

Giorgio Lungarotti è tra gli espositori della Mostra dell’uva di Perugia durante la quale emerge la necessità di modernizzare la viticoltura in Umbria.
Leggi

1962

Giorgio Lungarotti riunisce le aziende agrarie dei diversi nuclei familiari dando una svolta imprenditoriale alla attività agricola della sua famiglia.
Leggi

1964

Prima vendemmia di Rubesco Riserva: le uve, Sangiovese e Canaiolo, le stesse varietà del Rubesco, provengono da un vigneto particolarmente vocato, di nome Monticchio.
Leggi

1968

Come riconoscimento alla qualità dei vini prodotti da Giorgio Lungarotti a Torgiano (Rubesco e Torre di Giano), arriva la prima DOC dell’Umbria con Torgiano Bianco e Torgiano Rosso.
Leggi

1969

Giorgio Lungarotti guarda al futuro e inizia ad esportare i suoi vini. La prima spedizione in Germania, a Francoforte; a seguire in Inghilterra e poi.. via nel mondo.
Leggi

1970

Rubesco conquista il mercato inglese. Sorpresa nella scoperta di questo vino rosso italiano di eccellente qualità, e unico, fuori dalle grandi denominazioni:anglosassone.
Leggi

1974

Il 23 aprile viene inaugurato, all’interno di un palazzo del XVI sec., il Museo del Vino. Realizzato da Giorgio e Maria Grazia Marchetti Lungarotti,
Leggi

1976

Giorgio Lungarotti prosegue la sua missione fidando su due giovani leve, Teresa e Chiara, che istruisce al suo gusto di infaticabile sperimentatore.
Leggi

1978

Giorgio e Maria Grazia ristrutturano, all’interno del borgo di Torgiano, un palazzetto secentesco, e aprono il Relais a 5 stelle Le Tre Vaselle;
Leggi

1979

Anche a Montefalco arriva la DOC anche grazie all’opera di Giorgio Lungarotti
Leggi

1981

Giorgio Lungarotti dà vita al Banco d’Assaggio dei Vini d’Italia (BAVI), concorso enologico con giuria internazionale di giornalisti e critici esteri ed enotecnici,
Leggi

1982

Chiara Lungarotti e Papa Giovanni Paolo II.
Leggi

1986

Rubesco Riserva Vigna Monticchio 1977 vince il premio Vinarius Vino dell’Anno. Un riconoscimento di qualità e unicità.
Leggi

1987

Viene costituita la Fondazione Lungarotti onlus.
Leggi

1990

Decima in Italia, arriva la DOCG per il Torgiano Rosso Riserva, retroattiva al 1983 dato il caratteristico lungo affinamento di questo vino.
Leggi

1992

Celebrazione dei 30 anni di Rubesco con il convegno “I nutrienti del vino” e la creazione di un vino in edizione fuori commercio, dall’etichetta “Trentanni”.
Leggi

1994

Giorgio e Maria Grazia iniziano la valorizzazione delle vecchie case coloniche di cui è cosparsa l’azienda. Nasce così il primo agriturismo, Poggio alle Vigne,
Leggi

1996

Gli anni '90 segnano l'inizio del reimpianto dei vigneti secondo nuove tecniche agronomiche. Forte da sempre della sua coscienza ecologica,
Leggi

1999

Il 16 aprile muore Giorgio Lungarotti. Il mondo del vino italiano perde un grande pioniere:
Leggi

2000

Il 1 maggio è inaugurato il Museo dell’Olivo e dell’Olio, che Maria Grazia ha realizzato in omaggio ad un desiderio di Giorgio:
Leggi

2001

Acquisiti tra il 1999 ed il 2000 di 20 ha di terreno a Montefalco, vengono impiantati a Sagrantino, il vitigno tipico del territorio. Nel 2001 inizia poi la realizzazione della cantina tutta sotterranea
Leggi

2005

Rubesco: la sua storia è la storia Lungarotti, la Riserva Vigna Monticchio è il vino del cuore. La veste, variata negli anni secondo il gusto grafico dei tempi,
Leggi

2006

Chiara Lungarotti viene eletta Presidente Nazionale Movimento Turismo del Vino, carica poi riconfermata per il secondo mandato nel 2009.
Leggi

2008

Viene completata la prima parte del progetto di filiera agro-energetica da biomasse “Energia dalla vite”, iniziato nel 2006, per il quale Lungarotti è stata scelta come cantina pilota
Leggi

2010

Inizia la coltivazione in regime biologico dei 20 ha della Tenuta di Montefalco, tutti accorpati intorno alla cantina.
Leggi

2012

Un doppio compleanno: mezzo secolo di vita di Rubesco, il vino simbolo Lungarotti, e i 50 anni trascorsi dall’intuizione del fondatore e del grande rinnovamento
Leggi

2013

A Roma, dal 25 ottobre al 30 novembre, al Complesso Monumentale del Vittoriano, la mostra “VERSO IL 2015.
Leggi

2014

Il Museo del Vino festeggia i suoi primi 40 anni. La Cantina Lungarotti celebra il quarantennale con una speciale MUVIT edition di Rubesco Riserva Vigna Monticchio
Leggi

2015

Il Museo del Vino partecipa all’Expo Milano 2015 con una selezione di 27 opere in mostra al Padiglione “Vino - A taste of Italy”
Leggi

2016

Dopo la scomparsa di Denis Dubourdieu enologo consulente dell’Azienda diventa Lorenzo Landi.
Leggi

2017

Debutta al Vinitaly il primo vino biologico Lungarotti sul mercato italiano.
Leggi

2018

Ottenimento della certificazione V.I.V.A. da parte del Ministero dell'Ambiente
Leggi

2019

A maggio viene inaugurata la scultura "Triple Twist" dell'artista di fama internazionale Beverly Pepper
Leggi